Vocesport.com
Home

Menichini: Esonero già scritto e più volte sfiorato. Somma, Galderisi precedenti vincolanti per Torrente…

ALL. Menichini LeonardoOttantapunti conquistati non possono bastare per confermare mister Menichini sulla panchina granata. Indipendentemente dalle frasi di rito, la Salernitana (che conferma la linea di ripartire ad inizio stagione con un nuovo allenatore) non ha mai progettato sul tecnico di Ponsacco il suo futuro: il contratto in essere con il sodalizio di Via Allende, rinnovato per effetto di un’opzione, costituisce la prova che rende inconfutabile la tesi. Quale allenatore diverso da Menichini con un contratto oneroso già in essere, reduce dalla vittoria del campionato seguita da una serie di record, avrebbe subito l’onta dell’esonero?. Il peccato originale consumatosi agli albori della nuova stagione, allorquando Menichini subentrava a mister Somma, non ha impedito alla Salernitana di virare verso altri lidi: eloquenti gli errori commessi dal tecnico di Ponsacco nel corso della stagione che seppur sopportati da Lotito, hanno poi determinato lo sfogo “en-plein air” del co-patron nel match serale con il Matera, allorquando più volte, per nulla inibito dall’occhio di fotografi e telecamere, veniva immortalato mentre si prodigava a dettare i cambi sulla panchina senza, tuttavia, essere ascoltato.Una formazione di serie superiore, che per 12 elementi verrà confermata anche per la prossima stagione in serie B ed una società forte alle spalle, hanno rappresentato un’occasione d’oro per Menichini, in grado per la prima volta in carriera di vincere un campionato (qualcosa tale dato vorrà pure significare). Per il quinto anno consecutivo si riparte da un nuovo condottiero, nelle prossime ore potrebbe giungere l’ufficialità: Torrente, Toscano, Marcolin, Calori o chissà, un nome a sorpresa verrà  estratto dal cilindro di Fabiani. L’importante è sedersi al tavolo di concertazione e programmare con il diesse granata il futuro, ponendo le basi per il domani attraverso la costruzione del presente, passo dopo passo.Il bum-bum generato e dovuto per effetto della corsa al ritorno nel calcio che conta è ormai alle spalle: ora c’e’ il tempo per vivere il presente con coerenza e scelte mirate non solo al conseguimento di un obiettivo a termine.Se la scelta cadrà su Torrente, il tecnico di Cetara, ma da anni lontano da Salerno per i propri impegni professionali, avrà dalla sua la necessità di resistere alla cabala: mai, infatti, nei due precedenti, allenatori aventi origini salernitane sono riusciti a portare a termine il proprio mandato: Galderisi prima (esonerato alla terza di campionato in Seconda Divisione ) e Somma poi ( avente giusto il tempo di allacciare le scarpette ed indossare i pantaloncini in ritiro), costituiscono un esempio tutt’altro che ben augurante. Ma tant’e’, le regole non sono di certo oracoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *