Vocesport.com
Home

La P2P vince due volte: batte Pontecagnano al tie break e riempie il Pala Irno. Ora in finalissima per la B2 c’è l’Alp Aversa.

dueprincipati-fotogioiatiebreakLa P2P vince due volte: batte Pontecagnano al tie break e riempie il Pala Irno. Ora in finalissima per la B2 c’è l’Alp Aversa.
Sono le 23.15 di una domenica da sballo quando Anna Pericolo, “bomber” della Due Principati, mette a terra al tie break di una partita infinita il pallone del 15-13 che vale la finalissima per la B2. Baronissi batte Pontecagnano nella semifinale tutta salernitana e patron Montuori, presidente irnino, trattiene a stento la commozione dopo due ore e mezza di battaglia pallavolistica. Nell’ultimo atto della stagione, che comincerà in trasferta, la squadra di coach Veglia affronterà Alp Aversa, altra corazzata, primatista del girone A. Gara-1 è in programma in Terra di Lavoro nel fine settimana, orario e giorno da stabilire. Le prove di finalissima, però, sono andate in scena ieri al Pala Irno di Baronissi: la sfida al Pontecagnano è stata una partita vibrante, aperta, bellissima. Ha vinto anche il pubblico: palazzetto esaurito in ogni ordine di posto, tante famiglie, bambini e pure osservatori interessati hanno assistito al match che metteva in palio la finalissima oppure il prolungamento della serie a gara-3, se Pontecagnano avesse fatto il blitz. Stava per riuscirci, l’ottima squadra di Meneghetti. Infatti era in vantaggio 2-1 ma è venuto fuori il cuore P2P, di slancio, in rimonta. Al Pontecagnano, com’è nello stile della Due Principati, sono andati gli applausi prolungati e a scena aperta della P2P al completo e dei suoi tifosi. Poi è iniziata la festa a Baronissi: goduta, voluta, meritata, s’è trasformata in una cena in “famiglia” per rivivere il film della partita e proiettarsi verso la nuova meta.
La cronaca – Viscito fa 6-5 dalla seconda linea, poi De Chiara libera la fast del 7-6. Abbruzzo trova il punto del + 3 (10-7), margine che Baronissi conserva pure al tempo imposto (12-9), complice la battuta in rete della D’Arco. Quando Pontecagnano si riavvicina, Troncone è glaciale da posto 4 (13-11) e Tenza astuta in secondo tocco (16-14). Poi 17 pari e time out di coach Veglia. Intanto Pericolo non ha ancora fatto irruzione prepotentemente nel tabellino delle marcatrici del match. Dov’è la bomber? Attendere, prego: sono sue le due bordate che portano la P2P sul 20-18. Ancora suo il mani fuori del 23-19. Intermezzo a muro di Abbruzzo (24-20) e poi è ancora super Pericolo a stampare a terra il punto del 25-20. Primo set appannaggio di Baronissi.
L’avvio di secondo parziale è di marca gialloblu: Pontecagnano avanti 5-9. Diesel Pericolo ricuce lo strappo e dimezza lo svantaggio (7-9) ma le ospiti afferrano il tempo imposto sul +3 ( 9-12). Allunga Pontecagnano e la P2P deve inseguire ma il set è compromesso: 17-25.
Il terzo set è punto a punto: 10-12 , 22-21, 23 pari, 24-26. E’ una maratona anche il quarto set: decisivi nel finale due muri di Abbruzzo, l’ultimo in coabitazione con Viscito (25-22). Si va al tie break. Pontecagnano gira campo in vantaggio (7-10) ma la Due Principati, scossa al time out da coach Veglia che ha il merito di crederci, è una furia alla ripresa del gioco e passa al comando: fa 12-10 e potrebbe già dilagare ma il lungolinea di Viscito è giudicato out dalla coppia arbitrale. Si arriva così al 13 pari quando Rago si presenta al servizio. La prima battuta va a segno, poi Tenza illumina la mattonella di Pericolo che non fallisce. E’ festa P2P.

1 giugno 2015 Ufficio Stampa

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *